Wednesday, 7 June 2017

Alien: Covenant - Recensione Arrabbiata (con Spoiler e Turpiloquio)

Alien: Covenant
anche detto "come ripetere gli errori già criticati nel film precedente, ma peggio"

Il nuovo film di Alien non mi è piaciuto.
O meglio, mi ha deluso. Una delusione amara, bruciante, urticante più del sangue di xenomorfo.

La Covenant non sa ancora cosa le aspetta...

Iniziamo dalle cose buone: il finale è bello.
O meglio, il finale è fatto bene e dà tutta la tensione che manca nella prima parte del film.
O meglio ancora, dà questa tensione solo se, grazie alle scene di azione, si riesce a spegnere il cervello quanto basta per dimenticare i primi pessimi 3/4 (4/5?) di pellicola. Perché, detto, fra noi, è anche decisamente prevedibile come va a finire.
E diciamocelo, Walter/Bender David a parte, il finale non è altro che una copia del primissimo Alien: lo xenomorfo è libero per la claustrofobica nave e i nostri eroi cercano di scovarlo usando il radar, per poi tentare di spararlo via nello spazio.
Grossa, anzi voluminosa differenza: lo sparano nello spazio spalancando L'ENORME HANGAR pieno di cose alle quali può aggrapparsi, oltre al fatto che ha come conseguenza sprecare letteralmente un hangar di prezioso ossigeno.
Applausi.

Ok, dovevo parlare di un aspetto buono del film, ma è andata male.
Riproviamo.

Visivamente il film è molto bello. Le scene dello spazio, della nave Covenant, dei paesaggi, della città e della distruzione dei suoi abitanti, sono rese a parer mio in maniera ottima. Gli effetti speciali sono fatti davvero bene.
Lo xenomorfo, anche grazie al fatto che le scene erano più scure e spesso veloci o confuse -e senza dimenticare che il mostro è nero- è visivamente gradevole (se una creatura partorita dalla mente di Giger si può definire tale).
Non si può dire lo stesso per il neomorfo, che difatti non mi è piaciuto: essendo di colore chiaro si vedeva fin troppo che fosse fatto in computer grafica.
Sia per quest'ultimo che per il chestburster (il cui aspetto per qualche oscura ragione è stato modificato per farlo assomigliare ad un baby-xenomorfo) si sarebbero potuti utilizzare effetti pratici di resa probabilmente migliore -uniti a leggeri tocchi grafici come ad esempio per gli alieni degli ultimi Star Wars. In CGI invece stonano molto.

"Mi creerò un pianeta tutto mio, con black jack e xenomorfi di lusso!"
~ Bender David in Alien: Covenant

Ma parliamo del Male.

Come ho detto all'inizio, metà della trama del film si sviluppa quasi completamente dalla ripetizione di un errore già ampiamente criticato nel capitolo precedente, Prometheus.
In pratica i nostri futuri coloni decidono di andare sul misterioso pianeta che a quanto pare ha caratteristiche simili alla Terra con lo scopo di investigare una misteriosa trasmissione di John Denver.
Così prendono la navetta di sbarco "Lander 1" (prestate attenzione al "Uno" nel nome) e scendono sul pianeta attraversando una pericolosa tempesta di ioni (e già iniziamo: non potevano aspettare?).
Quindi decidono di atterrare a OTTO chilometri di distanza dal luogo da cui proviene la trasmissione. Senza minimamente pensare di sorvolare la zona per capire cosa cavolo ci fosse lì.
Ah, ovviamente gli OTTO chilometri se li faranno a piedi.

Ma nulla di questo è un problema. Questo è il Male minore.
Il problema è che appena atterrati scendono dalla navetta sul pianeta sconosciuto senza nessuna tuta o casco protettivi.
Mi spiego meglio:

SCENDONO SU UN CAZZO DI PIANETA COMPLETAMENTE SCONOSCIUTO SENZA NESSUN FOTTUTO CASCO O TUTA PROTETTIVA.

Ed è proprio a causa di questo che succede tutto il finimondo.

La credibilità del film, poco dopo lo sbarco

I MORTI MALE
I morti, senza contare il "vero" capitano che muore senza nemmeno essersi svegliato e i vari coloni, sono in totale undici.

In questo film quattro di questi muoiono come nei film horror brutti in stile Venerdì 13:
Il primo muore per essersi allontanato per andare al bagno delle signore (e per una volta almeno, non è quello nero).
Una muore dopo essersi allontanata per fare una doccia (o meglio, lavarsi con acqua piovana, ma l'equivalente è quello).
Una coppia muore... facendo sesso... sotto la doccia. Che originalità. Ah, la scena era già presente in Alien 3.

Ma la causa di sei dei morti è il fatto non essersi messi il FOTTUTO CASCO. Infatti:
Due muoiono come conseguenza diretta della pisciata del primo: questo calpesta dei funghi alieni che rilasciano spore (il "patogeno") che gli entrano nell'orecchio, si infetta e gli esce un alieno dalla schiena. Una muore uccisa dall'alieno, l'altra facendo esplodere la navetta cercando di sparare all'alieno. Boom.

Altri tre muoiono come conseguenza diretta di un tizio che è andato a toccare dei cazzo di funghi dentro un'astronave aliena su un cazzo di pianeta sconosciuto: questo stesso tizio che viene infettato dal naso dal patogeno rilasciato dai funghi e come conseguenza gli esce un alien (neomorfo) dalla bocca, un tizio a cui viene sfondata la bocca da questo mentre cercano di sparargli (ed è un miracolo non ci sia stato nessun morto da fuoco amico) e la tizia che si è andata a fare la doccia, squartata e decapitata sempre dal neomorfo

Tutti gli altri muoiono come conseguenza indiretta dei tizi infetti: il neomorfo attacca il gruppo, arriva Bender David ad aiutarli e li fa rifugiare a casa sua, dove poi...

...il capitano muore andando ad infilare il naso dove era chiaro non avrebbe dovuto (il famoso uovo di pasqua xenomorfo del primo film) per essersi fidato di un pazzo maniaco (Bender David) che gli ha detto di guardarci dentro, dopo aver visto chiaramente che questo fosse un pazzo maniaco che ha cercato di addomesticare l'alien che ha squartato e decapitato la tipa di prima, e che gli ha mostrato di aver cercato per anni di creare e perfezionare gli alien e che gli ha candidamente dichiarato che aveva bisogno di un "ospite" o qualcosa del genere per la sua ultima creazione. Un genio.
Ah, ovviamente il pazzo maniaco gli aveva chiesto di seguirlo, e lui l'ha fatto senza obiezioni e non preoccupandosi di avvisare la squadra di quanto avvenuto... "Ma tranquillo, non morde!"

A causa di questo genio, ne muoiono altri quattro.
In pratica, muoiono tutti a causa di decisioni di merda, decisioni che persone addestrate (anche se bastava non essere completamente idioti) ad un viaggio interstellare con l'obiettivo di colonizzare nuovi mondi NON avrebbero mai preso.
Decisioni come quella del pilota della Covenant che per salvare quattro (4) persone più un androide decide di avvicinarsi ad una tempesta ionica rischiando di uccidere i 2000 coloni.
Ma la Weyland-Yutani li sceglie a sorte i membri degli equipaggi per le navi?
Fanno i concorsi su facebook?
"Commenta e condividi taggando un tuo amico: potresti vincere un viaggio intestellare per cercare i creatori del genere umano o colonizzare nuovi mondi!"

I vincitori del concorso.
I numeri indicano l'ordine di morte, i colori raggruppano le cause.

Qualcuno potrebbe dire "eh, ma se il capitano non fosse stato un religioso credulone e avesse dato retta a Ellen Ripley che lo aveva avvisato di non scendere sul pianeta, non sarebbe successo niente!"

Vero. Ma il capitano aveva ragioni a parer mio almeno in parte valide per volerci andare:

  • Un pianeta abitabile simil-terra a pochi giorni (ore? non ricordo) di viaggio, al contrario della destinazione originaria che era a 7 anni e un crio-sonno di distanza.
  • Un incidente appena avvenuto che si era portato via 50 persone più il "vero" capitano, e proprio perché erano in crio-sonno - per ammissione di tutti, nessuno voleva tornare a dormire.
  • Un segnale di John Denver proveniente dal pianeta che chiedeva di riportarlo in West Virginia, cosa quantomeno intrigante e sospetta.
  • Il pianeta non era stato scartato come destinazione, ma non era stato individuato. Una buona ragione per darci un occhiata, magari sarebbe stato pure migliore!

Le motivazioni di "Ripley - La Clonazione":

  • "eh ma la destinazione non è quella che era stata decisa e non sappiamo cosa possa esserci".

Oddio, obiezione valida, ma valida quanto le ragioni del capitano, senza contare che nemmeno sul pianeta scelto non avrebbero saputo per certo cosa ci sarebbe stato fino a che non fossero arrivati.

ATTORI
Gli attori principali (Sigourney Weaver, il capitano, Bender David, il cowboy e John Denver) sono bravissimi, purtroppo in un film che non rende loro giustizia.
La religiosità del capitano sarebbe stata interessante se sviluppata meglio. Purtroppo è stata usata poco e male: "ueee non mi rispettano perché sono religioso!"
Questa è stata la cosa più profonda legata a questo suo aspetto. Cosa alla quale risponderei "e allora che cazzo ci fai nel ruolo di secondo al comando?"
Questo tanto per tornare al discorso della "professionalità" dell'equipaggio e chi lo mette assieme.
Gli altri personaggi sono piuttosto anonimi. Sarebbe bastato poco per renderli un poco più interessanti/memorabili, ma non c'è stato nulla da fare. Ma tanto muoiono, quindi chissene.

"Perché mi hai messo in quarantena!?"
"Mi spiace, ma Scott teme tu possa essere intelligente"

CREAZIONISMO
Mr. Weyland, come esclama all'inizio del film, si rifiuta di credere che l'essere umano sia semplicemente frutto di casualità evolutive, ma che da qualche parte ci debba essere un creatore più "grande" che ci abbia ideato.
Cioè degli umani alti con la pelle blu. Dei quali uno di loro uccide i suoi "figli" che lo hanno risvegliato.
Evidentemente il Creatore si è svegliato male.

Sinceramente il creazionismo delle due nuove opere di Scott mi fa cagare. Ma tanto. Già mi sta sulle balle a prescindere il creazionismo, ma quello sono io e i miei gusti.
Ma mi ha fatto incazzare soprattutto vedendo poi chi sarebbero secondo il regista in nostri grandi creatori: dei cazzo di umani alti con la pelle blu (sì, lo ripeto).
Cioè, è imbarazzante.
E il fatto che questa sia la trama portante del primo film mi ha fatto incazzare.
Ah, ma in Covenant già non importa, perché a quanto pare gli Ingegneri vengono spazzati via dal simpatico Bender David per poi essere quasi completamente dimenticati.
Non sappiamo se ce ne siano altri sparsi per le stelle, dopotutto erano una razza di viaggiatori stellari, ma da quello che sembra avranno molta rilevanza nemmeno nel sequel del sequel del prequel. Grazie Scott, hai fatto la scelta giusta per una volta, se non per il fatto che rende quasi completamente inutile Prometheus.
Ma forse è meglio così, come una sorta di Episodio I: La Minaccia Fantasma.

MAMMA
Io odio questa moda nella quale si usa l'inglese alla dog's dick. Mi sta proprio sul culo.
In questo movie i protagonisti dubbed parlano con la nave chiamandola "modra" o "moua" o "mova" o "moda" o altri gorgoglii indistinti a seconda del feeling del momento.
In realtà il nome originale è "mother", ma ehi, chiamarla "madre" è troppo italiano e non è abbastanza cool, lasciamole il nome inglese così tre quarti degli spettatori non capirà cosa cazzo stiamo dicendo o cosa voglia dire e i restanti si chiederanno il perché di tutto ciò. Fuck.

IL LANDER
Quasi dimenticavo. Ricordate la navetta da sbarco, il "Lander 1"?
Bene. Quando hanno deciso di scendere sul pianeta ad investigare la prima cosa che ho pensato, visto che nel trailer mostrano chiaramente che questo esplode, è stata "non avranno un solo Lander, veeeero?"
Respiro di sollievo quando parlano del Lander UNO. Pfffiiu, ne hanno almeno due, cosa praticamente obbligatoria per una nave da 2000 coloni.

Ma no, non è vero niente, tutto è un'illusione. A quanto pare hanno solo il Lander 1, visto che poi per andare a recuperare i pochi sopravvissuti devono utilizzare una navetta da carico che -a detta dei personaggi- devono alleggerire e riadattare e che per qualche motivo sconosciuto non riesce nemmeno a rimanere in volo rasente a terra in condizioni normalissime.
MA CHE CAZZ-

RICAPITOLANDO
Alien: Covenant mi ha deluso. Non ha fatto cagare come Prometheus, ma mi ha deluso profondamente, ed è peggio. Sarebbe potuto essere un ottimo film. Diamine, avrebbero potuto indossare i caschi e con una trama leggermente diversa avrebbero potuto rendere il film molto migliore e più credibile.
È questo che mi ha rovinato il film. Credibilità pronti via! Esplosa come il Lander.
Da quel momento in poi non ho potuto godermi il film, tranne quei 20 minuti di azione con lo xenomorfo dove ho spento il cervello.
Ma riaccenderlo ha fatto male.

L'unica cosa positiva: muoiono tutti prima che possano riprodursi e generare altri idioti.

COSA I GIOCATORI DI RUOLO DOVREBBERO IMPARARE DA ALIEN: COVENANT

  • Se vai in un ambiente sconosciuto prendi tutte le precauzioni del caso, altresì detto "indossa un fottuto casco".
  • Se la tua astronave si rompe, le parti ancora funzionanti dovranno essere attivate manualmente dall'esterno della nave. Quando invece è a posto lo puoi fare comodamente da dentro.
  • Gli androidi conoscono le arti marziali.
  • Quando pensi di aver "neutralizzato" un androide di nuova generazione allo stesso modo con cui lo facevi con i modelli vecchi, in realtà sta fingendo, e tornerà più tardi e nel peggior momento.
  • Se un palesato pazzo maniaco ti dice di guardare dentro qualcosa, tu NON guardarci dentro.
  • Mai separare il gruppo. Ma questo si sa già.
  • Se un tizio è chiaramente infetto indossa mascherina e guanti prima di toccarlo. Potrebbe essere inutile se gli esce un alieno dal petto.
  • Se a un androide gli crescono i capelli c'è qualcosa che non va.
Perché tu vali
Ci sarebbero tante altre cose da dire, ma non ho più voglia né tempo di scrivere.
Fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti e ditemi pure che non ho capito un cazzo. Non mi offendo, il mio cuore è stato già infettato da questo film.

No comments:

Post a Comment